enter-gcigaia    clients-corner

clients

 

Università di Pavia

Universita-di-Pavia small

  • Profilo
  • Esigenza
  • Soluzione
  • Risultati e Prospettive
  • Download Case History
 
L'Università di Pavia è uno degli atenei italiani più importanti, appartenente alla rete del Gruppo di Coimbra, che raggruppa alcune tra le più prestigiose università europee. Fondata nel 1361, offre attualmente una scelta formativa molto ampia, costituita da 9 facoltà, ed ha un bacino di circa 25.000 studenti.
 
Sebbene tra le più antiche d'Italia, l'Università di Pavia è caratterizzata da una dotazione informatica molto avanzata, che fa capo all'Area Sistemi Informativi, con sede proprio nel polo del Cravino.
 
Il Data Center dell'università, che comprende un centinaio di sistemi, è connesso con circa 600 unità Windows, tutte adibite a funzioni amministrative, che sono disseminate fra le diverse strutture universitarie.
 
L'Area Sistemi Informativi, oltre a coordinare tutte le attività informatiche, le politiche guida e di sviluppo relative ai sistemi, alle architetture e al networking, si occupa anche di gestire e supportare l'intera rete di questi sistemi, curandone l'acquisizione, l'installazione, la messa in sicurezza e la manutenzione, con un notevole investimento in  risorse economiche ed umane.
 
 
Una struttura informatica così costituita, con molti sistemi disseminati in ogni parte del campus universitario e nelle sedi universitarie centrali, richiede per la gestione e la manutenzione uno sforzo ingente, date anche le limitate risorse umane disponibili.
 
Per questo, gli specialisti dell'Area Sistemi Informativi sono praticamente impiegati nell'attività più valorizzante e preziosa dello sviluppo dell'infrastruttura. L'esigenza che si pone è quindi quella di portare il più possibile l'intelligenza e le risorse informatiche di livello più elevato all'interno del Data Center, lasciando alla periferia soltanto semplici unità che consentano la comunicazione e la fornitura del servizio.
 
Questa remotizzazione dei posti di lavoro, oltra a ridurre gli spostamenti continui degli specialisti da una struttura ad un'altra, offre il vantaggio di una maggiore ottimizzazione delle risorse, una loro allocazione più dinamica e una scalabilità lineare, per far fronte alle mutate necessità dell'utenza con facilità e rapidità.
 
"Anche se stavamo valutando il progetto da un po di tempo", dice l'Ing. Flavio Ferlini, Dirigente dell'Area Sistemi Informativi, "prima di affrontare una remotizzazione dei posti di lavoro che coinvolgesse l'intera infrastruttura informatica dell'Università di Pavia, abbiamo deciso di effettuare una sperimentazione di ampiezza limitata, ma concretamente significativa, sulla quale incentrare le nostre valutazioni e decidere se procedere o meno con i successivi step di estensione all'intera infrastruttura."
 
È stato perciò individuato per questo test un servizio importante, lo Sportello Unico delle Matricole, che viene attivato ogni anno da luglio a ottobre e che diventa il punto cruciale di comunicazione tra gli studenti che si apprestano ad immatricolarsi e la struttura amministrativa universitaria. Questo sportello è costituito da una serie di postazioni PC, sulle quali i futuri studenti operano autonomamente.
 
Dopo aver individuato il servizio oggetto della sperimentazione, la direzione dell'Area Sistemi Informativi si è rivolta a General Computer, loro tradizionale fornitore di servizi di manutenzione informatica, considerandolo un interlocutore dotato dell'esperienza e della competenza necessarie per sviluppare un progetto generale di virtualizzazione e per realizzare questo primo test.
 
 
General Computer ha quindi proceduto ad analizzare il problema e ha scelto di farsi assistere per questo progetto da Citrix®, uno dei suoi partner tecnologici più qualificati e, in assoluto, uno dei nomi internazionali più importanti del mercato della virtualizzazione dei posti di lavoro.
 
La presentazione del progetto agli interlocutori dell'Area Sistemi Informativi è stata quin di effettuata da General Computer e Citrix® congiuntamente e si è indirizzata ad ogni aspetto del problema: da quello progettuale, a quello della scelta dell'hardware, a quello economico e all'intero iter di realizzazione, esplorato in ogni dettaglio.
 
Questo "concept" generale rispondeva alle esigenze sia dell'intera struttura informatica universitaria, sia di quella parte di essa, facente capo allo Sportello Unico delle Matricole, che era stato deciso dovesse fungere da test per l'intero processo. Si è quindi attivata la collaborazione tra gli specialisti di General Computer e quelli dell'Area Sistemi Informativi e l'implementazione della tranche di test del progetto è stata avviata.
 
 
"Il test di virtualizzazione", commenta la Dott.ssa Marisa Alicanti, Responsabile della Divisione Infrastrutture Tecnologiche, "che è stato effettuato sul caso reale dello Sportello Unico delle Matricole ha dato esito più che positivo sotto ogni punto di vista. Il successo di questo primo step di virtualizzazione ci ha definitivamente convinti della validità di questo approccio e ha aperto la strada ai passi successivi. La collaborazione con General Computer è stata efficace e ha prodotto una rapida ed efficiente realizzazione del progetto loro affidato."
 
 

 download-on

What's New

Join the General Computer newsletter to be

updated on the company news in real-time!

Follow us on: